Sito parrocchia
F.O.M. - Diocesi
Sport
Collegamenti - Link
Tot. visite contenuti : 61619
Mar
29
2011

Catechesi II media -amicizia con Gesù partendo dalla vicenda di Pietro

PDFStampaE-mail

Amicizia con Gesù, aiutati da Pietro.

L’incontro

Andiamo con ordine, cominciamo dal primo incontro, da quella mattina sul lago di Tiberiade. Io sono pescatore, figlio di un pescatore e fratello di un pescatore, quindi di pesca me ne intendo ma quella notte, malgrado tutta la fatica che avevamo fatto non avevamo preso nulla. Ormai si era fatto giorno e noi eravamo tornati a riva e stavamo risistemando le reti. Sulla riva c’era tanta gente, erano venuti ad ascoltare un rabbino, un maestro della legge, che predicava in un modo nuovo, diverso. Non so descrivervi le sensazioni ma quello che posso dire è che il suo modo di parlare affascinava, catturava l’attenzione, saremmo stati a sentirlo per ore!

Ma ecco quello che accadde:

Lc 5, 1-11

Un giorno Gesù, mentre, levato in piedi, stava presso il lago di Genèsaret e la folla gli faceva ressa intorno per ascoltare la parola di Dio, vide due barche ormeggiate alla sponda. I pescatori erano scesi e lavavano le reti. Salì in una barca, che era di Simone, e lo pregò di scostarsi un poco da terra. Sedutosi, si mise ad ammaestrare le folle dalla barca.

Quando ebbe finito di parlare, disse a Simone: “Prendi il largo e calate le reti per la pesca”. Simone rispose: “Maestro, abbiamo faticato tutta la notte e non abbiamo preso nulla; ma sulla tua parola getterò le reti”. E avendolo fatto, presero una quantità enorme di pesci e le reti si rompevano. Allora fecero cenno ai compagni dell’altra barca, che venissero ad aiutarli. Essi vennero e riempirono tutte e due le barche al punto che quasi affondavano. Al veder questo, Simon Pietro si gettò alle ginocchia di Gesù, dicendo: “Signore, allontanati da me che sono un peccatore”. Grande stupore infatti aveva preso lui e tutti quelli che erano insieme con lui per la pesca che avevano fatto; 10 così pure Giacomo e Giovanni, figli di Zebedèo, che erano soci di Simone. Gesù disse a Simone: “Non temere; d’ora in poi sarai pescatore di uomini”. 11 Tirate le barche a terra, lasciarono tutto e lo seguirono.

Domande

ü  Perché Gesù sale sulla barca di Simone? E Simone cosa fa? Gesù ha bisogno anche di te, delle tue risorse, cosa puoi mettere a sua disposizione?

 

Pietro e i suoi amici, pur essendo pescatori esperti non hanno pescato nulla. Arriva Gesù, un carpentiere che di pesca sa poco e niente, e dice loro come fare il loro mestiere. Pietro è titubante ma  poi si fida e la pesca è più abbondante di qualunque altra.

ü  Capita anche a te di pensare che Gesù voglia farti fare qualcosa che tu sai fare meglio? Ti capita di pensare che il Vangelo, la Chiesa, non sappiano come è la vita oggi? Sei mai titubante davanti a insegnamenti del Vangelo e della Chiesa? Come ti comporti? Provi a fidarti, come ha fatto Pietro, o vai avanti restando sulle tue idee? Ti è mai successo di scoprirti sorpreso da una "pesca miracolosa"?

Pietro non si ritiene degno della grazia che Gesù gli dona e dice: "allontanati da me che sono peccatore".

ü  Cosa è per te il peccato? Cosa significa "essere peccatore''? Ti capita di pensare di non essere degno della attenzione e dell'amore di Dio?

"E lasciato tutto lo seguirono". Perché Pietro e gli altri non hanno esitazioni? Gesù chiama tutti, anche te! Sei pronto a seguirlo? Quali limitazioni poni?